News Blog

Vento da Est


Durante la fase di vento favorevole
il trio ebbe occasione di esibirsi in nuovi spettacoli: una vigilia di Natale presso la Chiesa di Sparone (TO), dove vennero anche registrati -successivamente- i brani del cd demo (due canzoni sefardite, due rinascimentali, una strumentale e, per concludere, anche un brano moderno);

matona

donne

una cena medioevale dove fu distribuito il materiale promozionale fino allora prodotto (le famose borse in tela con il logo del trio);

LAMOTTAPARTY

ed altri eventi simili (cene, rievocazioni…)

Un evento particolare invece fu costituito dall’esibizione presso le scuole elementari di Bruino (TO): le classi avevano appena iniziato a studiare Propedeutica Musicale e le insegnanti ebbero l’ottima idea di chiamare un gruppo di professionisti ad eseguire dei brani di facile apprendimento e comprensione, proprio per motivare e coinvolgere i bambini nell’abitudine alla musica.
Fummo scelte noi e ci venne affidato un libricino di canzoncine per bambini, che aveva come tema il mondo degli animali, a ciascuno dei quali era associata una canzoncina.

Mancando la melodia vocale, a me venne affidato il compito di creare una storia che mettesse in relazione tutti gli animali nominati: ma cosa c’entravano fra loro le formiche, la renna, l’orso, la foca, il leone e il pony?
In realtà un’idea balenò subito nella mia mente e, poco dopo, mi dedicai alla stesura della storia, intitolandola “Il compleanno del pony Filippo”.
Si trattava di una storia molto semplice, nella quale tutti gli animali (ciascuno chiamato con un nome che evocasse l’animale stesso in varie lingue) organizzano una sorpresa al protagonista, in occasione del suo compleanno.
Ad ogni animale avevo affidato un’indole, coerentemente con le abitudini che lo contraddistinguono in natura, facendoli poi parlare in modi completamente diversi fra loro, in modo da mostrare ai bambini le potenzialità della voce umana, in una dimensione completamente ludica ed interpretativa.

C’è bisogno di dire che ci divertimmo tantissimo?
E non solo noi! Il nostro piccolo pubblico era entusiasta, così come le maestre!

Stavamo giusto pensando di proseguire su questa strada quando, purtroppo, il vento contrario ci colse impreparate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cerca