Dirty blues

DIRTY BLUES
Alessandra Vicario, Enrico Landi

The morning after, crumpled bedsheets, Without you
My naked door opened to the world.

You left me, my pride burns and I think of revenge:
what if I betray you as you did?

Another night, another red light… Look at me
And suffer for the kisses I have.

Without you the world goes on, In and out, turns me upside down…
My shattered heart in shadows: Pitch-blacks, bitch-blues

Rit.
How dare you to judge me? How dare you to judge me? How dare you to judge me?
When I betray you… like you do…
How dare you to judge me? How dare you to judge me?

This time my temple will have no key: I will enjoy
And feel not guilty for what I’ve done.

It’s just your pride hurting when you say that you love me
Do you need a faithful slave or what?

Without you the world goes on, In and out, turns me upside down…
My shattered heart in shadows: Pitch-blacks, bitch-blues

Rit.

Yes… no… I… Turn loose my evil in the closet Yes I do…
Yes… no… I… Suck all the life you’ve got, out of you Let me do…

Rit.

Now it’s my time, too late to regret… And to cry:
I have betrayed you as you did too…

Don’t cry to me, don’t lie to me… Don’t you try:
I have betrayed you as you did too…

Rit.

Sporco blues
Il mattino dopo, lenzuola spiegazzate, senza di te
La mia porta nuda si apre al mondo.

Mi hai lasciata, il mio orgoglio brucia e penso alla vendetta:
e se ti tradissi come hai fatto tu?

Un’altra notte, un’altra luce rossa… guardami
E soffri per i baci che prendo.

Senza di te il mondo va avanti, dentro e fuori, mi sconvogle…
Il mio cuore fatto a pezzi nell’ombra: nero pece, sporco di blues

Rit.
Come osi giudicarmi? Come osi giudicarmi? Come osi giudicarmi?
Quando ti tradisco… come fai tu?
Come osi giudicarmi? Come osi giudicarmi?

Stavolta il mio tempio non avrà chiave: mi divertirò
Senza sentirmi in colpa per ciò che ho fatto.

È soltanto il tuo orgoglio chef a male quando dici che mi ami
Hai bisogno di una schiava fedele o cosa?

Senza di te il mondo va avanti, dentro e fuori, mi sconvogle…
Il mio cuore fatto a pezzi nell’ombra: nero pece, sporco di blues

Rit.

Sì… no… io… libero gli scheletri nell’armadio/ Certo che sì…
Sì… no… io… Succhio via tutta la vita che hai/ Lasciami fare…

Rit.

Ora tocca a me, troppo tardi per pentirsi… e per piangere:
ti ho tradito come hai fatto tu…

Non venire a piangere da me, non mentirmi… non ci provare:
ti ho tradito come hai fatto tu…

Rit.